UN BUON GESTO CAMBIA IL TEMPO di Fatima Mutarelli

Aveva spinto col musetto la porta che pareva chiusa.

Ed invece, come aveva letto da qualche parte, bastava solo osare, spingere con più convinzione.

C'era gente intenta a fare qualcosa - giocare, creare, metter un colore, rattoppare uno straccio.

In un angolo, un uomo era in ascolto di quel vociare, di quell'atmosfera di possibilità.

Fuori il mal tempo aveva colto di sorpresa settembre.

Faceva freddo ma, affaccendati, nessuno se ne curava.

Qualcuno, che sembrava distratto, dall'altro lato della sala aveva colto il gesto di chiusura dell'uomo in ascolto.

Si era alzato e aveva posato la sua felpa sulle spalle dell'amico, che non si era mosso.

L'invisibile trova riparo e in silenzio dà calore.



Fatima Mutarelli




Ph. da "Il Sogno prima della realtà" - Quartieri di vita ed. 2017 - Napoli Teatro Festival Italia

94 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti